mostra-genova-narra-

AerCast racconta la tua storia con gli shooting fotografici

Stando ad Henri Cartier Bresson, “è un’illusione che le foto si facciano con la macchina, si fanno con gli occhi, con il cuore, con la testa”. Questo fatto insieme d’occhi, di cuore e di testa evocato dal grande fotografo francese, è l’approccio che si può trovare rivolgendosi ad AerCast e al suo team. Infatti, AerCast non realizza soltanto materiali audiovisivi e dirette streaming, ma anche shooting fotografici di alta qualità. 

Con il termine inglese “shooting”, oggi è d’uso definire ciò che fino a ieri veniva chiamato servizio fotografico. Ai giorni nostri è ormai un fatto indiscutibile: il canale privilegiato per fare comunicazione è di gran lunga l’immagine. La diffusione massiva e capillare dei social network richiede una continua produzione di immagini di qualità, che rappresentano sempre di più un mezzo per esprimere creatività e professionalità: due condizioni fondamentali atte a veicolare un brand o a far conoscere un’attività, in qualsiasi settore si operi. 

Lo shooting fotografico prevede il coinvolgimento di diverse figure professionali, sia per la realizzazione degli scatti, sia per la fase di post produzione, sia per la creazione di un concept che costituisca la narrazione per immagini dell’evento o del messaggio che si intende comunicare.

AerCast racconta la tua storia con gli shooting fotografici - barbara-garassino

L’Associazione culturale Contatti, che è un ente no profit attivo a Genova e in Liguria nell’organizzazione di eventi e nella promozione culturale, ha scelto AerCast per raccontare con i suoi scatti professionali alcuni degli appuntamenti della seconda edizione di GENOVAnarra, che si è conclusa nel mese di dicembre 2023.

Che cosa è GENOVAnarra

GENOVAnarra è un’importante rassegna letteraria un po’ “particolare”, giunta quest’anno alla sua seconda edizione. L’idea che sta alla base dell’iniziativa, sostenuta dal Comune e da Confindustria Genova, è far incontrare degli scrittori liguri che abbiano pubblicato con editori di prima fascia a livello nazionale e dei luoghi di produzione culturale attivi sul territorio genovese.

genova-narra

Gli intenti principali della kermesse sono due: sottolineare l’importanza della scrittura e, di conseguenza, della lettura nel segno della scrittura ligure di oggi, rappresentata dai nostri autori più accreditati (quelli, per intenderci, che sono seguiti da migliaia di lettori in tutta Italia a ogni nuova uscita); e consentire ai luoghi che producono, ospitano e diffondono contenuti culturali in città di raccontarsi in forme nuove e accattivanti

Il progetto dell’Associazione Contatti ha acquistato ancora più significato nel 2023, che ha visto la designazione di Genova come Capitale italiana del Libro. Il format di GENOVAnarra si declina in una serie di appuntamenti, liberi e gratuiti, rivolti alla cittadinanza, che vengono ospitati in alcune realtà di pregio culturale radicate nella città, e sono messe a sistema in un progetto coordinato di comunicazione.

Quest’anno la manifestazione ha avuto come ospiti:

  • Rosa Matteucci con La vita vince ancora una volta (Edizioni Industria & Letteratura), alla Biblioteca Civica Brocchi.
  • Marco Buticchi, in prima nazionale, con L’oro degli dei (Longanesi), al Museo Civico di Storia Naturale Giacomo Doria.
  • Alessandro Rivali, in prima genovese, con Il mio nome nel vento (Mondadori), al Museo d’Arte Orientale Edoardo Chiossone.
  • Claudio Pozzani con Confesssioni di un misantropo (La Nave di Teseo), al Museo Civico Biblioteca dell’Attore.
  • Guido Conforti con Genova. Una città visibile (Gribaudo), al Galata Museo del Mare.
  • Raffaella Romagnolo vincitrice della prima edizione del Premio Campiello Natura con Il cedro del Libano (Aboca Edizioni) ed Elisabetta Fontana, vincitrice del Premio Campiello Giovani 2023 con il racconto Sotto la pelle a Villa Doria Centurione e a Villa Durazzo Pallavicini, entrambe a Genova Pegli.

L’importante presenza del Premio Campiello alla rassegna, è frutto dell’amichevole collaborazione fra la Fondazione Campiello e il direttore artistico di GENOVAnarra, Massimo Morasso, che nel 2016 organizzò e gestì una tappa a Genova del road-show del Premio.

La fotografia come strumento di comunicazione

Fin dalla sua nascita la fotografia ha voluto raccontare storie attraverso le immagini. La comunicazione visiva è sicuramente il modo più efficace e diretto per far “arrivare” il messaggio che si vuole veicolare al pubblico. La costante esposizione a contenuti visivi a cui le persone sono ormai abituate, le rende più ricettive, ma anche meno attente.

genova-narra-shooting-evento

Di conseguenza, per attirare e soprattutto per mantenere alta l’attenzione dei fruitori di immagini, il prodotto deve essere davvero accattivante e qualitativamente rilevante.
La fotografia è considerata uno dei media con il più alto potere di suggestione. Inoltre, essendo per sua natura una forma di comunicazione statica, priva di movimento e di parole, risulta molto più efficace nell’azione di imprimere e fissare in maniera indelebile sentimenti, emozioni e sensazioni nella mente di chi guarda rispetto a qualsiasi altro strumento di comunicazione.

La squadra di AerCast ha colto alla perfezione questa peculiarità del mezzo fotografico, e ne ha fatto un altro dei suoi tanti “fiori all’occhiello”.

#aercast #aercastitalia #genovanarra #shootingfotografici #associazioneculturalecontatti #comunicazionevisiva #shootingpereventi

Continua la lettura sul nostro BlogCast

Nessun commento

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Benvenuto su 𝗔𝗲𝗿𝗖𝗮𝘀𝘁 💻🎥

    Per qualsiasi informazione sui nostri 𝘀𝗲𝗿𝘃𝗶𝘇𝗶, avviare un 𝗽𝗿𝗼𝗴𝗲𝘁𝘁𝗼 o una 𝗰𝗼𝗹𝗹𝗮𝗯𝗼𝗿𝗮𝘇𝗶𝗼𝗻𝗲 clicca qui sotto! 😉👇